• Rubber Conversion

RUBBER CONVERSION: la rivoluzione nel mondo del riciclo della gomma

Una gamma di prodotti e servizi basati su un innovativo processo di devulcanizzazione


Rubber Conversion ha creato un processo fortemente innovativo per risolvere i problemi comuni legati al riciclo della gomma, attualmente sottoposti a tecnologie che si basano sull’ utilizzo di elevate temperature determinando una rottura casuale delle catene polimeriche più che agire selettivamente sui ponti zolfo, e permetterne un utilizzo in alte percentuali nella produzione di nuovi prodotti in gomma.



L’innovativo processo meccano-chimico di devulcanizzazione


Cuore della nostra innovazione è una miscela di agenti devulcanizzanti che consente il controllo cinetico della reazione e un’alta selettività.

L’introduzione di additivi chimici atossici e senza residui rilasciati nel prodotto finale all’ interno processo di devulcanizzazione permette di rompere efficacemente ed in modo selettivo i soli ponti zolfo, preservando l’integrità delle catene polimeriche e riattivando le proprietà originarie della mescola di gomma di partenza. Inoltre, per la prima volta in assoluto, il processo, brevettato, regola cineticamente la vita effettiva dei reagenti alla base della devulcanizzazione in base alla densità di reticolazione dell’elastomero vulcanizzato e al tipo di materiale lavorato.

Questo consente di operare a basse temperature e ottenere una devulcanizzazione più profonda e accurata con un prodotto finale di qualità più elevata.



Il fattore abilitante per la sostenibilità e la riduzione dei costi


In generale le normative di prodotto (a seguito dell'avvio del Pacchetto Economia Circolare e del Piano d'Azione) e la sempre maggiore consapevolezza ambientale dei consumatori stanno spingendo le aziende ad aumentare il focus sui propri obiettivi di sostenibilità connessi ai prodotti sia in termini di impatti che di circolarità materiale.

Sempre più, quindi, le aziende sono costrette ad aumentare la quota di materie prime di origine biologica e riciclate per i loro prodotti.

D'altra parte, le normative sui rifiuti stanno inducendo un aumento sempre più notevole dei costi di smaltimento fornendo un'ottima base per lo sviluppo di tecnologie per il riciclo post-produzione oltre al post consumo.

L'impennata dei prezzi delle materie prime e le imminenti normative ampiamente previste che forniscono aiuti fiscali per i prodotti riciclati stanno creando la base per una più rapida adozione da parte del mercato.

Infine, il recente aumento dei costi energetici dovuto alla situazione globale, conferisce al nostro processo a bassa temperatura un ulteriore vantaggio in termini di costi e impatto ambientale rispetto alle soluzioni ad alta temperatura esistenti sul mercato.



Prodotti e soluzioni efficienti per l’economia circolare della gomma


Grazie a prodotti e soluzioni sostenibili ed economicamente vantaggiosi, Rubber Conversion permette ai produttori di pneumatici e calzature, di creare valore attraverso il riciclo dei prodotti a fine vita o degli scarti di produzione.


  1. SRC ( Sustainable Rubber Compound), un prodotto che consiste in mescole devulcanizzate a partire da filiera controllata quale il PFU ( Penumatico Fuori Uso) disponibile in 3 gradi standard relativi ai diversi tipi di feedstock utilizzati: battistrada vettura, autocarro completo, battistrada autocarro.

Queste mescole devulcanizzate posso essere utilizzabili in un’ampia gamma di formulazioni per primariamente incontrare le sempre più stringenti normative verdi aumentando l’ecosostenibilità del prodotto finito, mantenendo le proprietà meccaniche e riducendo nel contempo l’uso di materia prima vergine che rappresenta una criticità a livello mondiale soprattutto nel quadro geopolitico che si sta configurando negli ultimi mesi e la scarsità di materie prime che ne consegue.


  1. SDR (Sustainable Devulcanized Rubber), un servizio che mira a sostenere e migliorare l’economia circolare, attraverso il quale Rubber Conversion riceve gli scarti di produzione che si configurano come sotto prodotto secondo le linee guida lanciate da Assogomma, con uno spettro di polimeri molto ampio, li devulcanizza attraverso il suo innovativo processo e li restituisce ai compounder e/o gli stampatori di gomma che li reintroducono nella formulazione vergine di partenza in percentuali fino al 50%. In questo modo i nostri partner possono beneficiare della nostra tecnologia riutilizzando i loro scarti e residui di lavorazione, evitando in questo modo i costi di smaltimento e riducendo il consumo di materie prime.


29 visualizzazioni0 commenti